Domande frequenti – Analisi del carbonio rinnovabile

  • È meglio inviare CO2 o campioni solidi?
  • È possibile effettuare l’analisi ASTM D6866 in loco?
  • In che modo la norma ASTM D6866 tiene conto della variabilità dei materiali utilizzati come combustibile?
  • Perché il fattore di correzione di ASTM D6866 varia nel tempo?
  • Qual è la differenza tra ASTM D6866 ed BS EN ISO 21644:2021?
  • Con che frequenza è necessario analizzare le emissioni o i combustibili derivati dai rifiuti?

Domande frequenti sul servizio di analisi del carbonio rinnovabile di Beta Analytic

  • Quanto materiale è necessario inviare?
  • Fornite i contenitori per la raccolta dei gas?
  • Offrite il servizio di raccolta dei campioni in loco?
  • Dove devono essere inviati i campioni? Dove viene effettuata l’analisi?
  • Quanti campioni è necessario inviare per ricevere un report?

1. È meglio inviare CO2 o campioni solidi?

Dipende dal materiale che viene bruciato per generare le emissioni. I gas sono più omogenei e meno complicati da campionare rispetto ai materiali derivati dai rifiuti come i rifiuti solidi urbani.


2. È possibile effettuare l’analisi ASTM D6866 in loco?

Il campionamento viene effettuato in loco ma l’analisi viene eseguita in un laboratorio accreditato ISO 17025.


3.  In che modo la norma ASTM D6866 tiene conto della variabilità dei materiali utilizzati come combustibile?

Il problema della variabilità non viene preso in considerazione dalla norma ASTM D6866 ma dal metodo di campionamento ASTM D7459. Dato che la composizione della materia prima cambia continuamente, la raccolta continua di CO2 (tramite un flussometro controllato posto all’uscita di un sistema di monitoraggio continuo delle emissioni o di una sonda) fornirà la vera media della frazione rinnovabile relativa a un periodo di raccolta specifico (ad es. 1 settimana, 1 mese).


4. Perché il fattore di correzione di ASTM D6866 varia nel tempo?

ASTM aggiorna periodicamente il fattore di correzione per fare in modo che lo standard D6866 resti più accurato possibile rispetto alla misurazione del carbonio atmosferico globale.


5. Qual è la differenza tra ASTM D6866 ed BS EN ISO 21644:2021?

Lo standard americano ASTM D6866 è molto flessibile ed è applicabile a una grande varietà di campioni solidi, liquidi e gassosi. La norma europea BS EN ISO 21644:2021 può essere utilizzata solo per i combustibili solidi secondari.


6. Con che frequenza è necessario analizzare le emissioni o i combustibili derivati dai rifiuti?

La frequenza di analisi dipende dalle normative dello stato o della regione in cui l’impianto si trova o dalle iniziative sui gas serra selezionate per la partecipazione.


Servizio di analisi del carbonio rinnovabile di Beta Analytic 

7. Quanto materiale è necessario inviare?

È possibile inviare un minimo di 2 cc di CO2 non diluita in una sacca per la raccolta di gas. Se il campione è diluito, inviare 5 litri di gas. La raccolta del campione deve essere effettuata seguendo le indicazioni della norma ASTM D7459. Per i campioni solidi come CDR, CSS, pneumatici, rifiuti e fanghi, è necessario inviare almeno 5 grammi, fino a un massimo di 25. Per ulteriori informazioni consultare la guida alla spedizione.


8. Fornite i contenitori per la raccolta dei gas?

No. Le sacche Tedlar sono disponibili presso la maggior parte dei fornitori.


9. Offrite il servizio di raccolta dei campioni in loco?

No, la raccolta dei gas non fa parte dei servizi di Beta Analytic.


10. Dove devono essere inviati i campioni? Dove viene effettuata l’analisi?

Abbiamo diversi uffici spedizioni in tutto il mondo, ma le analisi vengono effettuate esclusivamente nella sede principale di Miami, in Florida. Le aziende europee possono inviare i campioni all’ufficio di Madrid. Le aziende con sede in Cina possono inviare i campioni all’ufficio di Xiamen. I campioni provenienti dal Giappone possono essere spediti al nostro agente di Nagoya.

Ulteriori informazioni su questi e altri uffici, come quelli nel Regno Unito, in Brasile e in Corea del Sud, sono disponibili qui. Selezionare la propria posizione geografica nella colonna a sinistra per visualizzare l’indirizzo e l’eventuale dichiarazione doganale da utilizzare.


11. Quanti campioni è necessario inviare per ricevere un report?

Beta Analytic emette un report, identificato da un numero di certificato unico, per ogni campione ricevuto.

Non richiediamo l’invio di un numero minimo di campioni. Se l’analisi viene richiesta per dimostrare la conformità alle normative locali o per la partecipazione a un’iniziativa sui gas serra, consultare l’ente governativo responsabile per verificare i requisiti relativi alla frequenza di campionamento e al numero di analisi richieste per ogni periodo di raccolta.


Ultimo aggiornamento: settembre 2022