Standard europei per i prodotti biobased

  • Nel 2011 il CEN ha creato un nuovo comitato tecnico per i prodotti biobased.
  • Diversi standard dedicati ai prodotti biobased sono in fase di sviluppo in Europa.
  • Beta Analytic è un laboratorio di analisi certificato ISO/IEC 17025:2005, non affiliato con il CEN né con alcuno dei suoi comitati tecnici.

BiobasedL’Unione Europea ha rafforzato il potenziale innovativo dei prodotti biobased, all’interno dei suoi stati membri, attraverso la Lead Market Initiative. Lo sviluppo dei prodotti derivati da fonti rinnovabili è una prospettiva importante per l’UE, poiché promuove un’economia biobased. Alcuni esempi di prodotti biobased con mercati in espansione sono i biopolimeri, che comprendono le bioplastiche e tutti gli altri polimeri parzialmente o totalmente prodotti a partire da materiali rinnovabili, derivanti dall’agricoltura o dalla gestione delle foreste. Per superare la percezione di incertezza relativa alle loro proprietà e la scarsa trasparenza di mercato del settore, sono necessarie la standardizzazione, l’etichettatura e la certificazione dei prodotti biobased.

La Commissione Europea ha incaricato l’organismo di normazione europeo, il Comitato Europeo di Normazione (Comite Europeen de Normalisation o CEN), di sviluppare standard e specifiche tecniche per i biopolimeri e i biolubrificanti (Mandato M430) e di elaborare un programma di normazione per i prodotti biobased, a partire dalla definizione del termine “biobased” (Mandato M429).

Comitati tecnici e gruppi di lavoro CEN

CEN
A maggio del 2011 il CEN ha creato CEN/TC 411 – il Comitato Tecnico sui prodotti biobased. Questo comitato è responsabile della gestione delle richieste relative a M/492 e M/491 riguardanti i biosolventi. La responsabilità di sviluppare gli standard sui biosurfattanti è stata assegnata a CEN/TC 276 “Surface active agents”.

Esistono altri due comitati CEN che si occupano di sviluppare gli standard per i prodotti biobased in risposta al Mandato M/430 – CEN/TC 19 “Gaseous and liquid fuels, lubricants and related products of petroleum, synthetic and biological origin” e CEN/TC 249 “Plastics.”

CEN/TC 411 – Biobased products

Lo scopo principale del Comitato Tecnico CEN/TC 411 è di sviluppare standard per i prodotti biobased coprendo aspetti orizzontali, tra cui terminologia coerente, campionamento, strumenti di certificazione, contenuto biobased, applicazione di e correlazione alla valutazione del ciclo di vita.

Nel 2014, CEN/TC 411 ha pubblicato tre documenti:

CEN/TR 16721:2014 Bio-based products – Overview of methods to determine the bio-based content

CEN/TS 16640:2014 Bio-based products – Determination of the bio-based carbon content of products using the radiocarbon method

EN 16575:2014 Bio-based products – Vocabulary

Nel 2015, il CEN/TC 411 ha completato CEN/TS 16766:2015 – Bio-based solvents – Requirements and test methods. Questa specifica tecnica stabilisce i requisiti per i solventi biobased in termini di proprietà, limiti, classi di applicazione e metodi di analisi.

Al gennaio del 2016, il CEN/TC 411 ha diversi progetti in vari stadi di sviluppo, tra cui:

– FprEN 16640: Bio-based products – Bio-based carbon content – Determination of the bio-based carbon content using the radiocarbon method

Una volta approvato, questo standard sostituirà la specifica tecnica CEN/TS 16640:2014.

– prEN 16766: Bio-based solvents – Requirements and test methods

Questo standard europeo sostituirà la specifica tecnica CEN/TS 16766:2015, una volta approvato.

– FprEN 16935: Bio-based products – B2C reporting and communication – Requirements for claims
Questo standard europeo specifica i requisiti per una comunicazione trasparente e non fuorviante tra aziende e consumatori riguardo alle caratteristiche dei prodotti biobased, attraverso l’etichettatura e le relative dichiarazioni.

Fonte: Programma di lavoro CEN/TC 411

CEN/TC 249/WG 17 per i biopolimeri

Il Comitato Tecnico CEN 249 si occupa di tutti gli standard relativi alle plastiche. Uno dei suoi gruppi di lavoro, il Gruppo di Lavoro 17, è responsabile dello sviluppo degli standard dedicati ai biopolimeri. Questo gruppo di lavoro è stato creato ad ottobre 2008 ed è attivo da gennaio 2009.

Ad ottobre 2012 CEN/TC 249 aveva pubblicato un report tecnico e tre specifiche tecniche relative all’industria biobased.

CEN/TR 15932: 2010 Plastics – Recommendation for terminology and characterisation of biopolymers and bioplastics (pubblicato a marzo 2010)

CEN/TS 16137:2011 Plastics – Determination of bio-based carbon content (pubblicato ad aprile 2011)

CEN/TS 16295:2012 Plastics – Determination of bio-based carbon content (pubblicato a febbraio 2012)

CEN/TS 16398:2012 Plastics – Template for reporting and communication of bio-based carbon content and recovery options of biopolymers and bioplastics – Data sheet (pubblicato a ottobre 2012)

CEN/TC 19/WG 33 per i biolubrificanti

Il Comitato Tecnico CEN 19 “Gaseous and liquid fuels, lubricants and related products of petroleum, synthetic and biological origin” sviluppa standard per la caratterizzazione della qualità dei prodotti, la misurazione della quantità e le procedure operative relative ai prodotti e derivati naturalmente risultanti dalla raffinazione del petrolio. Il Gruppo di Lavoro 33 è stato incaricato di creare uno standard per i biolubrificanti incentrato su biodegradabilità, funzionalità, impatto in termini di emissione di gas serra e consumo di materie prime, nonché su metodi di misurazione e di analisi e sulle procedure per la valutazione dei ciclo di vita.

Ad agosto 2011 CEN/TC 19 ha pubblicato un report tecnico intitolato CEN/TR 16227 “Liquid petroleum products – Bio-lubricants – Recommendation for terminology and characterisation of bio-lubricants and bio-based lubricants.

Nel 2016, il comitato tecnico ha completato EN 16807:2016 – Liquid petroleum products – Bio-lubricants – Criteria and requirements of bio-lubricants and bio-based lubricants. Ratificato e approvato a maggio 2016, questo standard europeo definisce il termine biolubrificante e stabilisce i requisiti per tutti i tipi di biolubrificanti e di lubrificanti biobased. Descrive inoltre brevemente i metodi di analisi necessari per la caratterizzazione dei biolubrificanti.

CEN/TC 276 – Surface Active Agents

Nel 2015, il CEN/TC 276 ha iniziato a lavorare su FprCEN/TS 17035 Surface Active Agents – Bio-based surfactants – Requirements and test methods. Questa specifica tecnica stabilisce i requisiti per i solventi biobased in termini di proprietà, limiti, classi di applicazione e metodi di analisi. È attualmente (agosto 2016) in via d’approvazione.

CEN BT/WG 209 Biobased Products

Il Mandato M/249 della Commissione Europea per lo sviluppo di un programma di normazione per i prodotti biobased è stato assegnato dal CEN Technical Board (BT) al suo Gruppo di Lavoro 209 (WG 209). Il WG 209 doveva produrre un quadro generale degli standard esistenti su tutti i tipi di prodotti biobased, identificare le necessità relative alla ricerca e produrre delle raccomandazioni per un programma di normazione.

CEN/BT/WG 209 si è sciolto ad agosto 2010. Il suo report finale è stato pubblicato a maggio con il titolo 2011 CEN/TR 16208 – Bio-based products – Overview of standards.

Fonte: Prodotti biobased CEN

Test del carbonio biobased – Beta Analytic

Beta Analytic, un laboratorio certificato ISO/IEC 17025:2005, supporta l’industria del biobased in Europa fornendo analisi del carbonio biobased di alta qualità. L’azienda effettua analisi rapide e affidabili secondo ASTM D6866 e CEN/TS 16137 per i ricercatori e i produttori di materiali biobased. Beta Analytic, che ha sede a Miami, Florida, accetta campioni provenienti dall’Europa tramite il suo ufficio di Londra, Regno Unito.

L’azienda non è affiliata con il CEN né con alcuno dei suoi comitati tecnici.

Ultimo aggiornamento: 8 agosto 2016