Programma di etichettatura volontaria dello USDA

  • La versione finale del programma di etichettatura volontaria BioPreferred dello USDA è entrata in vigore il 22 febbraio 2011
  • Il programma, applicabile ai prodotti nazionali e importati, richiede la certificazione ASTM D6866 da un laboratorio conforme ISO 9001.
  • Beta Analytic, un laboratorio conforme ISO 9001 che ha contribuito allo sviluppo dell’ASTM D6866, effettua analisi del contenuto rinnovabile.
  • Beta Analytic, certificata ISO/IEC 17025:2005, non è affiliata con il programma BioPreferred dello USDA. È comunque possibile contattare BETA ANALYTIC per informazioni sull’invio dei campioni per il programma di etichettatura volontaria Biopreferred.

Fare clic per l’elenco dei contenuti minimi biobased dello USDA

Nota per tutti i partecipanti – Si prega di assicurarsi che il Biobased Participant Agreement sia stato firmato ed accettato da ASTM. ASTM non accetterà i risultati di analisi effettuate prima dell’accettazione dell’accordo, neanche se il partecipante fosse in possesso del numero di partecipazione fornito dallo USDA. Si prega di leggere il documento USDA Biopreferred Labeling Process Fact Sheet prima di inviare campioni al laboratorio.

Prodotti intermedi – Se il prodotto è stato indicato come Prodotto intermedio sulla richiesta di partecipazione dello USDA, è possibile prelevare un sottocampione ed inviarlo al laboratorio utilizzando qualsiasi imballaggio appropriato. Il laboratorio scatterà una fotografia del campione appena lo avrà ricevuto. Un “intermedio” è un materiale grezzo che viene venduto per essere modificato o utilizzato nella realizzazione di un prodotto destinato alla vendita al consumatore finale.

Prodotti destinati alla vendita al dettaglio – Se il prodotto è stato indicato come Prodotto destinato alla vendita al dettaglio (Retail product) sulla richiesta di partecipazione dello USDA, si prega di inviare il campione all’interno dell’imballaggio utilizzato per la vendita (il più piccolo disponibile). Il laboratorio è obbligato a scattare una fotografia del campione come garanzia di quanto viene analizzato (ovvero, del fatto che il risultato è stato ottenuto da materiale prelevato dal contenitore mostrato nell’immagine). Si prega di consultare lo USDA se si desidera prelevare un sottocampione da un prodotto destinato alla vendita. “Destinato alla vendita al dettaglio” significa che il prodotto viene acquistato direttamente dal consumatore oppure è un imballaggio utilizzato senza modifiche per contenere un prodotto acquistato dal consumatore.

Beta Analytic può accettare solo campioni che possano essere smaltiti legalmente negli scarichi o nella spazzatura secondo le leggi della Florida. Si prega di consultare il laboratorio prima di inviare i campioni.

Le istruzioni dettagliate di Beta Analytic per i partecipanti al programma di etichettatura sono disponibili qui. Un tutorial sulla partecipazione al programma di etichettatura è disponibile sul sito dello USDA.

*****

Il Programma BioPreferred dello USDA richiede l'ASTM D6866Il Voluntary Labeling Program ha lo scopo di aiutare i consumatori ad identificare i prodotti biobased disponibili in commercio. Nell’ambito di questo programma, i richiedenti selezionati (produttori e fornitori) possono apporre un’etichetta distintiva dello USDA sulle loro merci e sui prodotti di marketing a condizione che i prodotti soddisfino i requisiti del programma BioPreferred. Il contenuto minimo biobased è stato fissato nell’ambito del BioPreferred Federal Procurement Preference Program dello USDA. I prodotti che non appartengono alle categorie già esistenti nel programma sono ammissibili se provengono da fonti rinnovabili per almeno il 25%. Il contenuto minimo biobased di tutti i prodotti è soggetto a modifiche. Lo USDA intende aumentarlo nel corso del tempo in concomitanza con l’avanzamento delle tecnologie connesse.

Secondo lo USDA, i prodotti biobased sono prodotti commerciali o industriali (diversi dagli alimenti o mangimi) composti, del tutto o in parte, da prodotti organici, materiali agricoli rinnovabili (compresi piante, animali e organismi marini), o materiali forestali come stabilito dal Farm Bill del 2002. Il Farm Bill del 2008 ha esteso la definizione di biobased includendo gli ingredienti intermedi biobased e le materie prime.

Il metodo ASTM D6866

Oltre alle informazioni sui prodotti, i partecipanti sono tenuti a presentare i risultati delle analisi con l’ASTM D6866, come prova del contenuto biobased, e la documentazione di conformità ISO 9001 del laboratorio. I richiedenti devono inoltre fornire allo USDA i nomi commerciali del prodotto, le informazioni di contatto e l’URL del sito web (se disponibile).

Lo USDA intende effettuare controlli occasionali con ASTM D6866 sui prodotti certificati, per garantire il rispetto dei requisiti minimi dei contenuti biobased.

PRODOTTI MULTIPLI – Per i prodotti con contenuti biobased simili ma formulazioni leggermente differenti, lo USDA consente un test rappresentativo di tutte le varianti se la formulazione del prodotto non varia oltre il 3%.

PRODOTTI INCLUSI NEL CATALOGO BIOPREFERRED – I prodotti che già rientrano nel Federal procurement program di BioPreferred devono essere analizzati nuovamente attraverso l’ASTM D6866, ad eccezione di quelli che sono stati analizzati tra il 20 febbraio 2010 e il 20 febbraio 2011 e approvati da un laboratorio terzo. I richiedenti che hanno fatto analizzare il contenuto biobased dei loro prodotti durante questo periodo dovrebbero comunicare tali informazioni nella sezione “Legacy test” della domanda di partecipazione on-line (sito web di BioPreferred). È inoltre richiesto il completamento di un modulo aggiuntivo fornito dallo USDA via e-mail. Lo USDA otterrà i risultati dei test direttamente dal laboratorio e continuerà il processo di revisione delle richieste.

L’etichetta BioPreferred dello USDA

L’etichetta dello USDA è costituita da un logo, dalla percentuale di contenuto biobased e da un test in tre varianti: USDA Certified Biobased Product, USDA Certified Biobased Product: Package o USDA Certified Biobased Product and Package. Le lettere “FP” sono presenti anche nel logo dei prodotti che fanno parte del Federal Procurement Preference Program.

Il programma di etichettatura volontaria è applicabile anche ai prodotti importati per la vendita negli Stati Uniti, purché soddisfino gli stessi criteri dei prodotti biobased americani. Anche se sono considerati biobased nei loro paesi d’origine, tali prodotti potranno esibire il marchio a condizione che soddisfino i criteri specifici dello USDA.

Non è stata specificata alcuna scadenza per l’invio delle richieste di partecipazione. Le richieste per il Voluntary Labeling Program vengono valutate sulla base dell’ordine di ricezione. Le aziende possono utilizzare l’etichetta sul prodotto biobased indicato nella domanda solo quando ricevono la notifica di certificazione da parte dello USDA. Le domande respinte potranno essere oggetto di un ulteriore esame.

La certificazione rimane valida solo se il prodotto certificato è conforme ai contenuti minimi richiesti. Se lo USDA modifica i livelli minimi richiesti, il prodotto certificato deve soddisfare il nuovo requisito per continuare ad utilizzare l’etichetta.

Fonte: Voluntary Labeling Program for Biobased Products (Final Rule), Federal Register Vol. 76 No. 13 Published January 20, 2011

Contenuto biobased minimo USDA

Segue una lista dei prodotti scelti dallo USDA con il relativo contenuto biobased minimo aggiornato ad Giugno 2013. Fare clic sulle frecce per vedere la definizione dello USDA di ogni categoria di prodotti.
Fonte: Sito web di BioPreferred USDA

Oggetto

Contenuto biobased minimo

 
Olii per motore a due tempi
34%

I lubrificanti destinati all’uso in motori a due tempi allo scopo di lubrificare, ridurre l’incrostazione delle candele, ridurre la formazione di depositi e l’usura del motore.

Prodotti per la rimozione di adesivi e mastici
58%

Solventi formulati per la rimozione di mastici per amianto, tappezzeria e mattonelle, oltre che degli adesivi come colla, nastro adesivo e gomma, da superfici di diverso tipo.

Deodoranti per l’ambiente
97%

Prodotti utilizzati per contrastare i cattivi odori attraverso la neutralizzazione chimica, l’assorbimento, l’anestesia o il cammuffamento.

Repellenti per animali
79%

Prodotti utilizzati per allontanare gli animali che provocano la distruzione di piante e/o cose.

Prodotti per la rimozione di catrame ed asfalto
80%

Detergenti utilizzati per la rimozione di asfalto o catrame da attrezzatura, strade o altre superfici.

Rigeneratori per asfalto
68%

Prodotti che servono a sigillare, proteggere o ripristinare asfalto e cemento.

Prodotti da bagno
61%

Prodotti per l’igiene personale tra cui saponette, liquidi o gel per il corpo, shampoo o lozioni, esclusi i prodotti commercializzati come detergenti e/o disinfettanti per le mani.

Detergenti per bagno e spa
74%

Prodotti progettati per pulire e/o prevenire depositi sulle superfici dei bagni e delle spa, inclusi vasche da bagno, box doccia, porte da doccia, tende da doccia, pareti del bagno, pavimenti, porte, piani e lavandini. I prodotti in questa categoria potrebbero essere destinati all’uso su un tipo preciso di superficie o su diverse superfici. Sono disponibili sia in forma concentrata sia in forma pronta all’uso.

Materiali per sabbiatura
94%

Particelle abrasive spruzzate per pulire o rimuovere contaminanti, oppure per preparare le superfici, ad esempio alla verniciatura.

Articoli da letto, biancheria e asciugamani
12%

(1) Per articoli da letto si intendono tutti i prodotti tessili utilizzati come coperture per i letti. Gli articoli da letto includono prodotti come lenzuola, coperte, piumoni e trapunte.
(2) Con il termine biancheria si intendono lenzuola e federe in tessuto.
(3) Con il termine asciugamani si intendono i prodotti tessili utilizzati principalmente per asciugare e strofinare.

Materiali per il biorisanamento
86%

Prodotti liquidi o anidri (compresi quelli contenenti batteri o altri microbi, ma non inclusi i materiali assorbenti) utilizzati per pulire olio, carburante e altre fuoriuscite di sostanze pericolose.

Candele e cera fusa
88%

Prodotti composti da una massa solida e con uno stoppino, bruciati per produrre luce o aroma, oppure senza stoppino e che si sciolgono quando vengono scaldati per produrre luce o aroma.

Detersivi per tappeti e rivestimenti – uso generale
54%

Detersivi specifici per il lavaggio, anche a secco, di tappeti e rivestimenti in ambienti domestici, autoveicoli e luoghi di lavoro. Detersivi per tappeti e rivestimenti formulati per l’uso su superfici ampie come i tappeti in un’intera stanza o il rivestimento di un intero mobile.

Detersivi per tappeti e rivestimenti – smacchiatori
7%

Detersivi specifici per il lavaggio, anche a secco, di tappeti e rivestimenti in ambienti domestici, autoveicoli e luoghi di lavoro. Detersivi per tappeti e rivestimenti formulati per rimuovere macchie di piccole dimensioni.

Tappeti
7%

Rivestimenti per pavimenti composti da tessuti, pelo lungo o fibre a maglia e da un supporto.

Lubrificanti per catene e cavi
77%

Prodotti progettati per lubrificare catene, ruote dentate, funi e cavi. Tali prodotti possono anche prevenire la ruggine e la corrosione.

Pannelli compositi – acustici
37%

Prodotti di ingegneria progettati per essere utilizzati come materiale strutturale e isolante adatto per uffici e porte.

Pannelli compositi – per interni
55%

Prodotti di ingegneria progettati per interni e dotati di una superficie resistente a urti, graffi e usura e che non assorbe o mantiene l’umidità.

Pannelli compositi – legname composito
23%

Prodotti di ingegneria non strutturali adatti per esterni, come insegne esterne, contenitori per l’immondizia e lettere dimensionali.

Pannelli compositi – pannelli strutturali per interni
89%

Prodotti di ingegneria progettati per essere utilizzati in applicazioni strutturali da costruzione come mobili, arredi fissi, pannelli e pannelli decorativi.

Pannelli compositi – pannelli strutturali per pareti
94%

Prodotti di ingegneria progettati per pareti strutturali, muri non portanti, pavimenti e tetti in edifici commerciali.

Attivatori e acceleratori per compost
95%

Prodotti in forma liquida o in polvere progettati per essere utilizzati in pile di compost per accelerare il processo e garantire un concime pronto per l’uso da parte dei consumatori.

Detersivi per cemento e asfalto
70%

Prodotti chimici utilizzati in incisioni su cemento e per rimuovere sporcizia dovuta a petrolio, lubrificanti, vernici, mastici, materiali organici, ruggine e terra da cemento, asfalto, pietra e altre superfici dure porose. I prodotti in questa categoria includono soltanto i prodotti commercializzati per l’uso in costruzioni commerciali e residenziali o applicazioni industriali.

Fluidi di rilascio per cemento e asfalto
87%

Prodotti progettati per creare una barriera lubrificante tra i materiali compositi superficiali (ad esempio, cemento o asfalto) e contenitori (ad esempio forme in legno o metallo, pianale di carico, superfici a rulli).

Prodotti anticorrosione
53%

Prodotti progettati per prevenire l’usura dei metalli dovuta a reazioni chimiche. Questa categoria include inoltre i prodotti che prevengono la degradazione della ceramica e dei polimeri in presenza di agenti ambientali o prodotti chimici.

Pomate per tagli, ustioni e abrasioni
84%

Prodotti progettati per guarire e disinfettare graffi, tagli, lividi, abrasioni, pelle danneggiata dal sole, tatuaggi, eruzioni e altri disturbi della pelle.

Prodotti antigelo – uso generale
93%

Prodotti chimici (ad esempio sale, liquidi) progettati per rimuovere neve e/o ghiaccio, e/o per prevenire la formazione di neve e/o ghiaccio abbassando il punto di congelamento dell’acqua, in applicazioni generiche. Sono esclusi i prodotti antigelo specifici come quelli utilizzati per sghiacciare aeroveicoli e piste aeroportuali.

Additivi per diesel
90%

(1) Qualsiasi sostanza, diversa dai composti di solo carbonio e/o idrogeno, che viene intenzionalmente aggiunta al gasolio (compresa qualsiasi sostanza sia stata aggiunta al sistema di alimentazione di un veicolo a motore) e che non viene intenzionalmente rimossa prima della vendita o dell’uso.
(2) Biodiesel puro, conosciuto anche come B100, se usato come additivo. Il termine additivo per diesel non include il biodiesel puro quando viene utilizzato come combustibile o in miscela (ad esempio B20).

Prodotti per lavare i piatti
58%

Saponi e detergenti per la pulizia di stoviglie a mano o in lavastoviglie.

Contenitori usa e getta
72%

Prodotti per lo stoccaggio temporaneo o il trasporto di materiali, inclusi i prodotti per gli alimenti.

Posate usa e getta
48%

Utensili usa e getta progettati per un singolo uso alimentare.

Articoli per la tavola usa e getta
72%

Prodotti realizzati o rivestiti con resine plastiche e destinati al contatto con alimenti, come bicchieri e stoviglie, inclusi, ma non limitatamente a, tazze, piatti, ciotole e vassoi da portata usa e getta. Questa categoria non comprende le posate usa e getta, che appartengono ad una categoria a parte.

Prodotti antipolvere
85%

Prodotti formulati per ridurre o eliminare il sollevamento di polvere su strade in ghiaia, parcheggi o altre fonti di polvere, compresi i prodotti utilizzati in applicazioni equivalenti per interni.

Detergenti per componenti elettronici
91%

Prodotti per la pulizia e la rimozione di sporco e particelle estranee da componenti elettronici, dispositivi, circuiti o sistemi.

Materiali per il controllo dell’erosione
77%

Materiali in fibra tessuta o non tessuta usati per costruzioni, demolizioni o altri siti per evitare l’erosione da parte del vento o dell’acqua su superfici sterrate, e che possono essere usati in combinazione con semi e/o fertilizzanti per promuovere la crescita di vegetazione.

Prodotti per il riciclaggio del polistirene espanso (EPS)
90%

Prodotti formulati per sciogliere l’EPS e ridurre il volume di oggetti riciclati o smaltiti.

Fertilizzanti
71%

Prodotti formulati o elaborati per fornire nutrienti per la crescita delle piante e/o batteri benefici per convertire i nutrienti in forme utilizzabili dalle piante. I fertilizzanti biobased, che consistono per lo più di componenti provenienti da fonti rinnovabili, possono avere sia componenti biobased sia componenti chimici.

Pellicole – non durevoli
85%

Prodotti utilizzati in imballaggi, confezioni, rivestimenti e altre applicazioni simili. Pellicole utilizzate solo per la conservazione o la protezione a breve termine prima di essere scartate. Le pellicole non durevoli progettate per poter essere utilizzate più a lungo sono incluse in questa categoria.

Pellicole – semi-durevoli
45%

Prodotti utilizzati in imballaggi, confezioni, rivestimenti e altre applicazioni simili. Pellicole progettate per resistere ad acqua, ammoniaca e altri composti, per essere riutilizzate e per non essere rapidamente biodegradabili. I prodotti in questa categoria sono utilizzati solitamente nella produzione di sacchetti e materiali di imballaggio.

Lubrificanti per armi da fuoco
49%

Lubrificanti progettati per ridurre l’attrito e l’usura tra le parti mobili di un’arma da fuoco, per mantenere quest’ultima in buono stato e prevenire la formazione di depositi che potrebbero bloccarla.

Detersivi e protettori per pavimenti
77%

Soluzioni detergenti per applicazione diretta o tramite spazzole per pulire legno, vinile, piastrelle, pavimenti o superfici dure simili. I prodotti di questa categoria sono commercializzati specificamente per l’uso su pavimentazioni industriali, commerciali e/o residenziali.

Coperture per pavimenti (non moquette)
91%

Prodotti utilizzati come strato superiore di rivestimento dei pavimenti, esclusi i tappeti, ad esempio il bambù, il legno massiccio e il sughero.

Distaccanti per pavimentazione
78%

Prodotti formulati per rimuovere cere, resine o vernici dai pavimenti. Possono essere sia in forma liquida sia in gel e possono essere usati con o senza un ausilio meccanico.

Trasformatori riempiti di liquido – a base di estere sintetico
66%

Trasformatori di corrente elettrica progettati per utilizzare un liquido dielettrico sintetico a base di esteri (non conduttore) per l’isolamento ed il raffreddamento.

Trasformatori riempiti di liquido – a base di olii vegetali
95%

Trasformatori di corrente elettrica progettati per utilizzare un liquido dielettrico sintetico a base di oli vegetali (non conduttore) per l’isolamento ed il raffreddamento.

Detergenti per il cibo
53%

Prodotti disinfettanti progettati per pulire lo strato esterno di vari prodotti alimentari come frutta, verdura e carne.

Prodotti per la cura dei piedi
83%

Prodotti formulati per dare sollievo o per detergere i piedi.

Lubrificanti per stampi
68%

Prodotti progettati per lubrificare durante la lavorazione dei metalli effettuata ad altissima pressione. Tali applicazioni includono, ad esempio, piegatura di tubi, strecht forming, pressopiegatura e formatura.

Detersivi e protettori per mobili
71%

Prodotti progettati per la pulizia e la protezione delle superfici dei mobili, esclusi i rivestimenti.

Lubrificanti per ingranaggi
58%

Prodotti come grassi o olii, progettati per ridurre l’attrito tra le parti dentate di una macchina (come una ruota o un cilindro) che si articolano per trasmettere il movimento o cambiare velocità o direzione.

Detergenti per la casa ad uso generale
39%

Prodotti progettati per pulire le superfici più comuni della casa. Questa categoria non comprende i prodotti formulati come disinfettanti. I prodotti specifici per la pulizia, come smacchiatori, detergenti per tappezzeria, bagni, vetri ecc, non rientrano in questa categoria.

Prodotti per la pulizia dei vetri
49%

Prodotti progettati specificamente per la pulizia di superfici in vetro come finestre, specchi, vetri per auto e monitor di computer.

Prodotti per rimuovere graffiti e sgrassatori
34%

Solventi industriali formulati per rimuovere da superfici dure sporcizia e olii per auto, industriali o da cucina, tra cui grassi, vernici e altri rivestimenti.

Grassi
75%

Lubrificanti composti da oli addensati fino ad ottenere una consistenza solida o semisolida attraverso saponi, polimeri o altri solidi, o altri addensanti. Tutti gli altri tipi di grassi rientrano in altre categorie.

Grassi – compatibili con alimenti
42%

Lubrificanti composti da oli addensati fino ad ottenere una consistenza solida o semisolida attraverso saponi, polimeri o altri solidi, o altri addensanti. Lubrificanti progettati per l’uso su apparecchiature per il trattamento degli alimenti come rivestimenti anti-ruggine, come agenti di rilascio su guarnizioni e sigilli nelle chiusure dei serbatoi, o su parti di macchine e attrezzature in cui la parte lubrificata può entrare a contatto col cibo.

Grassi – multiuso
72%

Lubrificanti composti da oli addensati fino ad ottenere una consistenza solida o semisolida attraverso saponi, polimeri o altri solidi, o altri addensanti. Lubrificanti ad uso generale.

Grassi – per binari
30%

Lubrificanti progettati per l’uso su apparecchiature per il trattamento degli alimenti come rivestimenti anti-ruggine, come agenti di rilascio su guarnizioni e sigilli nelle chiusure dei serbatoi, o su parti di macchine e attrezzature in cui la parte lubrificata può entrare a contatto col cibo. Lubrificanti progettati per l’uso su binari ferroviari o per gru.

Grassi – per camion
71%

Lubrificanti composti da oli addensati fino ad ottenere una consistenza solida o semisolida attraverso saponi, polimeri o altri solidi, o altri addensanti. Lubrificanti progettati per l’uso sulla quinta ruota degli autoarticolati su cui il semirimorchio si appoggia e gira.

Prodotti per la cura dei capelli – balsami
78%

Prodotti per l’igiene personale specificamente formulati per la pulizia e il trattamento dei capelli, incluso il balsamo. Si tratta di prodotti il cui scopo principale è trattare i capelli per migliorarne le condizioni generali.

Prodotti per la cura dei capelli – shampoo
66%

Prodotti per l’igiene personale specificamente formulati per la pulizia e il trattamento dei capelli, incluso lo shampoo. Si tratta di prodotti il cui scopo principale è pulire i capelli. I prodotti che contengono sia lo shampoo che il balsamo rientrano in questa sottocategoria, perché il loro scopo principale è la pulizia del capello.

Detergenti e disinfettanti per le mani – detergenti per le mani
64%

Prodotti di igiene personale formulati per rimuovere diversi tipi di sporcizia, grassi e sostanze simili dalle mani, con o senza l’uso di acqua.

Detergenti e disinfettanti per le mani – disinfettanti per le mani
73%

Prodotti formulati per la cura della persona per rimuovere i batteri dalle mani, con o senza l’uso di acqua. I prodotti di igiene personale formulati per rimuovere diversi tipi di sporcizia, grassi, sostanze simili e batteri dalle mani, con o senza l’uso di acqua, sono classificati come disinfettanti per le mani.

Fluidi conduttori di calore
89%

Prodotti con alte capacità termiche utilizzati per facilitare il trasferimento di calore da un luogo all’altro, tra cui refrigeranti per applicazioni HVAC, motori a combustione interna, dispositivi di raffreddamento personali, stoccaggio di energia termica o altri cicli chiusi di riscaldamento o raffreddamento.

Liquidi idraulici – apparecchiature mobili
44%

Liquidi idraulici formulati per un uso generale in apparecchiature non stazionarie come trattori, caricatori o retroescavatori.

Liquidi idraulici – apparecchiature fisse
44%

Liquidi formulati per l’uso in sistemi di apparecchiature idrauliche fisse che hanno varie parti meccaniche come cilindri, pompe, valvole, pistoni e ingranaggi, che vengono utilizzati per la trasmissione dell’energia (e anche per la lubrificazione e/o la protezione da usura, ruggine e ossidazione).

Detergenti industriali
41%

Prodotti utilizzati per rimuovere i contaminanti come adesivi, inchiostri, vernici, sporcizia, terra e grasso da componenti, prodotti, strumenti, macchinari, attrezzature, contenitori, pavimenti, pareti e altre aree di lavoro dedicate alla produzione. I prodotti per la pulizia all’interno di questa categoria sono generalmente solventi, ma possono assumere altre forme. Possono essere utilizzati puri o diluiti con acqua in lance a pressione o in applicazioni a mano in ambienti industriali o di produzione, ad esempio all’interno dei contenitori. I detergenti specifici usati in ambienti industriali, come le soluzioni per il lavaggio di alcune componenti, non sono inclusi in questa definizione.

Detersivi e smacchiatori per inchiostro
79%

Prodotti chimici progettati per rimuovere inchiostro, macchie, smalto e altri residui di contaminanti dalle superfici di attrezzature, come i rulli, utilizzati nelle industrie tessili e di stampa.

Inchiostri per giornali
32%

Questi inchiostri sono utilizzati principalmente per stampare i giornali.

Inchiostri – toner per stampante (più di 25 pagine per minuto)
20%

Gli inchiostri per toner (>25 ppm) sono sostanze in polvere utilizzate nelle macchine fotocopiatrici e nelle stampanti laser con meccanismi di fusione standard e velocità di stampa superiore a 25 ppm.

Inchiostri – toner per stampante (meno di 25 pagine per minuto)
34%

Gli inchiostri per toner (<25 ppm) sono sostanze in polvere utilizzate nelle macchine fotocopiatrici e nelle stampanti laser con meccanismi di fusione standard e velocità di stampa inferiore a 25 ppm.

Inchiostri – per stampante ad inserimento fogli (nero)
49%

Gli inchiostri neri per stampanti ad inserimento fogli vengono usati su carta satinata e non, cartone, alcune plastiche e lamine per stampare in nero su report annuali, brochure, etichette e materiali simili.

Inchiostri – per stampante ad inserimento fogli (colore)
67%

Gli inchiostri per stampanti ad inserimento fogli vengono usati su carta satinata e non, cartone, alcune plastiche e lamine per stampare a colori su report annuali, brochure, etichette e materiali simili.

Inchiostri – speciali
66%

Inchiostri speciali usati dalle stampanti per aggiungere alcune caratteristiche alle stampe ottenendo effetti speciali. Gli inchiostri speciali includono, ma non sono limitati a: inchiostri per stampa su CD, cancellabili, conformi FDA, invisibili, magnetici, erasable, FDA compliant, invisible, magnetic, profumati, termocromici e per la marcatura degli alberi.

Pitture e rivestimenti per interni – in lattice e alchidici a base acquosa
20%

Pigmenti liquidi formulati per uso interno, che asciugando formano una pellicola proteggendo e colorando la superficie a cui sono stati applicati.

Pitture e rivestimenti per interni – a base di olio e alchidici con solvente
67%

Pigmenti liquidi formulati per uso interno, che asciugando formano una pellicola proteggendo e colorando la superficie a cui sono stati applicati.

Prodotti per lavanderia – uso generale
34%

Prodotti progettati per pulire, ammorbidire o comunque influenzare la qualità del materiale da lavare. Tali prodotti includono, ma non sono limitati a, detersivi per il bucato, candeggina e ammorbidenti. Si tratta di prodotti per la lavanderia utilizzati per le regolari attività di pulizia.

Prodotti per lavanderia – pretrattamenti/smacchiatori
46%

Prodotti progettati per pulire, ammorbidire o comunque influenzare la qualità del materiale da lavare. Tali prodotti includono ma non sono limitati ai detersivi per bucato, candeggina, smacchiatori e ammorbidenti. Si tratta di prodotti per la lavanderia utilizzati in modo specifico per pretrattare ed aiutare a rimuovere le macchie durante il lavaggio.

Prodotti per la cura delle labbra
82%

Prodotti per la cura personale formulati per reidratare e/o prevenire la secchezza delle labbra.

Liquidi per la lavorazione dei metalli – olii per uso generale solubili, semisintetici e sintetici
57%

Liquidi progettati per raffreddare, lubrificare, prevenire la corrosione e l’usura sulle parti di contatto dei macchinari usati in operazioni di lavorazione dei metalli, come taglio, foratura, fresatura, lavorazioni meccaniche e maschiatura. Liquidi per la lavorazione dei metalli formulati per essere utilizzati in un sistema di ricircolo del liquido per raffreddare, lubrificare e prevenire la corrosione se applicati a materie prime metalliche durante la normali operazioni di lavorazioni meccaniche e molatura.

Liquidi per la lavorazione dei metalli – olii ad alte prestazioni solubili, semisintetici e sintetici
40%

Liquidi progettati per raffreddare, lubrificare, prevenire la corrosione e l’usura sulle parti di contatto dei macchinari usati in operazioni di lavorazione dei metalli, come taglio, foratura, fresatura, lavorazioni meccaniche e maschiatura. Liquidi per la lavorazione dei metalli formulati per essere utilizzati in un sistema di ricircolo del liquido per raffreddare, lubrificare e prevenire la corrosione se applicati a materie prime metalliche durante le operazioni di fresatura e lavorazioni che comportano temperature particolarmente elevate o rischio di corrosione.

Fluidi per lavorazione dei metalli – olii puri
66%

Liquidi progettati per raffreddare, lubrificare, prevenire la corrosione e l’usura sulle parti di contatto dei macchinari usati in operazioni di lavorazione dei metalli, come taglio, foratura, fresatura, lavorazioni meccaniche e maschiatura. Liquidi per la lavorazione dei metalli non diluiti con acqua prima dell’uso e generalmente utilizzati per i processi di lavorazione dei metalli che richiedono la lubrificazione invece del raffreddamento.

Materiali per pacciamatura e compostaggio
95%

Prodotti progettati per proteggere il suolo, principalmente riducendo lla crescita di erbe infestanti e migliorando l’aspetto del paesaggio. Il compost è formato da resti decomposti aerobicamente di materiali organici usati nel giardinaggio e in agricoltura, è usato come elemento migliorativo del suolo e commercialmente nei settori legati alla progettazione di giardini e vivai.

Detergenti multiuso
56%

Prodotti utilizzati per pulire lo sporco e il grasso da una varietà di oggetti sia in ambienti industriali che domestici. Questa categoria non comprende i prodotti formulati come disinfettanti.

Lubrificanti multiuso
88%

Prodotti progettati per lubrificare in diverse condizioni e in diversi ambienti industriali per evitare attrito o ruggine. I grassi, ovvero lubrificanti composti da oli addensati fino ad ottenere una consistenza solida o semisolida attraverso saponi, polimeri o altri solidi, o altri addensanti, non sono inclusi in questa categoria. Inoltre, i lubrificanti specifici, come quelli per le catene, i cavi e gli ingranaggi, non sono inclusi in questa categoria.

Detersivi per forni e grill
66%

Detergenti liquidi o gel utilizzati su superfici di cottura ad alta temperatura come barbecue, affumicatori, griglie, stufe e forni per ammorbidire e sciogliere cibo carbonizzato, grasso e residui.

Soluzioni per il lavaggio di componenti
65%

Prodotti progettati per pulire i componenti di sistemi di pulizia manuali o automatici. Tali sistemi includono, ma non sono limitati a, tini e serbatoi, lavatoi e pulitori ad ultrasuoni.

Materiali per imballaggio ed isolamento
74%

Materiali preformati e sagomati usati per mantenere fermi i prodotti imballati durante il trasporto o per isolamento termico o acustico.

Lubrificanti penetranti
68%

Prodotti formulati per fornire una leggera lubrificazione e resistenza alla corrosione in applicazioni tolleranti interne ed esterne, tra cui dadi e bulloni congelati, utensili elettrici, ingranaggi, valvole, catene e cavi.

Schiuma plastica isolante per edilizia residenziale e commerciale
7%

Prodotti in schiuma plastica spray progettati per fornire una barriera termica sigillata per l’edilizia residenziale o commerciale.

Lubrificanti per sistemi pneumatici
67%

Lubrificanti progettati specificamente per sistemi pneumatici, inclusi compressori, pompe a vuoto, lubrificatori in linea, trivelle e martelli pneumatici.

Rivestimenti per tetti
20%

Rivestimenti formulati per tetti in grado di offrire un sistema integrale monostrato in applicazioni di edilizia commerciale.

Lubrificanti per guide a scorrimento
74%

Prodotti usati per lubrificare ed eliminare l’effetto stick-slip riducendo l’attrito tra superfici di contatto nei macchinari.

Sorbenti
89%

Materiali formulati per rimuovere da superfici dure residui e oli industriali, da cucina o per autoveicoli, tra cui grassi, vernici e altri rivestimenti.

Contenitori termici per spedizione – durevoli
21%

Contenitori isolanti progettati per il trasporto di materiali sensibili alla temperatura. Si tratta di contenitori termici progettati per essere riutilizzati per un periodo prolungato di tempo.

Contenitori termici per la spedizione – non durevoli
82%

Contenitori isolanti progettati per il trasporto di materiali sensibili alla temperatura. Si tratta di contenitori termici progettati per essere usati una sola volta.

Prodotti antidolorifici topici
91%

Prodotti quali balsami, creme e altri trattamenti topici usati per il sollievo di muscoli, articolazioni, mal di testa, dolori ai nervi, slogature, contusioni, gonfiori e altro.

Olii per turbine
87%

Prodotti lubrificanti per sistemi di lubrificazione a goccia per cuscinetti di trasmissione per pompe idriche, cuscinetti per turbine nelle pompe di irrigazione e altri tipi di cuscinetti per turbine.

Rivestimenti per serbatoi d’acqua
59%

Rivestimenti formulati per l’uso in sistemi di stoccaggio dell’acqua potabile.

Sigillanti per legno e cemento – sigillanti per cemento a membrana
11%

Prodotti liquidi penetranti formulati per proteggere da danni causati da insetti, umidità e funghi in decomposizione il legno e/o il cemento, inclusi rivestimenti in muratura e in fibra di cemento, e per rendere le superfici resistenti all’acqua. Sigillanti per cemento formulati per formare uno strato protettivo sulla superficie del substrato.

Sigillanti per legno e cemento – liquidi penetranti
79%

Prodotti liquidi penetranti formulati per proteggere da danni causati da insetti, umidità e funghi in decomposizione il legno e/o il cemento, inclusi rivestimenti in muratura e in fibra di cemento, e per rendere le superfici resistenti all’acqua. Sigillanti per legno e cemento formulati per penetrare la superficie esterna del substrato.

Tinture per legno e cemento
39%

Prodotti progettati per essere applicati come finitura su cemento e legno e che contengono tinte o pigmenti capaci di cambiare il colore della superficie senza nasconderne la forma o la trama.

 

I due programmi di BioPreferred

Il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (USDA) ha due sistemi all’interno del programma BioPreferred: un programma per gli appaltiper le agenzie federali e un programma di etichettatura volontaria a scopo di marketing rivolto al consumatore. Creato dal Farm Security and Rural Investment Act del 2002 (2002 Farm Bill) e ampliato dal Food, Conservation, and Energy Act del 2008 (2008 Farm Bill), il programma BioPreferred mira ad aumentare il consumo di prodotti biobased negli Stati Uniti.

Beta Analytic: leader nel metodo ASTM D6866

Beta Analytic fa parte della Subcommittee D20.96 dell’American Society for Testing Materials (ASTM) in qualità di co-autore dell’ASTM D6866 per l’analisi del contenuto biobased. Lo standard, adottato nel luglio 2004, è un’applicazione industriale della datazione al radiocarbonio. ASTM D6866-04, ASTM D6866-04a, ASTM D6866-05, ASTM D6866-06, ASTM D6866-06a, ASTM D6866-08, ASTM D6866-10 e ASTM D6866-11 sono le vecchie versioni dello standard. La versione attualmente attiva è ASTM D6866-16. Il metodo è incluso nel programma BioPreferred dello USDA come “ASTM Method D6866″.

Il Center for Industrial Research and Service (CIRAS) della State University of Science and Technology dell’Iowa, con lo USDA al timone, ha contribuito a stabilire il contenuto biobased minimo richiesto dal Programma BioPreferred. Entro giugno 2004 Beta Analytic ha analizzato più di 200 prodotti biobased per CIRAS e ha consegnato i risultati in 1-3 settimane. Beta Analytic, un laboratorio conforme ISO 9001, ha dimostrato nel corso degli anni di essere un fornitore di servizi affidabile.

Beta Analytic effettua analisi del contenuto biobased. La società non è affiliata con il Programma BioPreferred dello USDA.

Argomenti correlati

Programma USDA Federal Procurement

Metodo ASTM D6866