Metodo del FCC per determinare l’autenticità degli ingredienti alimentari naturali

Il Food Chemical Codex (FCC) è un compendio, internazionalmente riconosciuto, degli standard di qualità, identità e purezza degli ingredienti alimentari, pubblicato dalla US Pharmaceutical Convention (USP). Include le specifiche relative alla formula chimica, alla struttura e al peso molecolare degli ingredienti, nonché alla loro funzione e definizione e alle informazioni sull’imballaggio, sulla conservazione e sull’etichettatura.

Nelle appendici del FCC sono illustrati i corrispondenti metodi di analisi insieme ai relativi materiali di riferimento, utilizzati per assicurare l’affidabilità delle procedure analitiche elencate. Tramite queste informazioni, il FCC permette a fornitori e produttori di avere criteri comuni e indipendenti per l’identità, la qualità e la purezza, ovvero le basi per la determinazione dell’autenticità degli ingredienti alimentari.

Metodo del FCC per l’analisi del contenuto naturale degli alimenti

Il metodo del FCC per la determinazione del contenuto naturale degli ingredienti alimentari utilizza le firme isotopiche del carbonio per distinguere tra carbonio derivato da fonti rinnovabili (es. piante o animali) e fonti sintetiche (derivate dal petrolio). Il metodo della firma isotopica del carbonio è il sistema più accurato per determinare il contenuto naturale. Questo metodo permette di verificare le dichiarazioni relative alla percentuale naturale degli alimenti riportate in etichetta.

Il metodo è suggerito, nel FCC, per l’analisi del 1,2-propandiolo, ma può essere applicato a tutti gli ingredienti a base di carbonio. L’analisi degli isotopi del carbonio, cioè carbonio-12, carbonio-13 e carbonio-14, costituisce la base di questo metodo. Poiché i prodotti derivati da fonti naturali contengono quantità conosciute di questi isotopi, comparando i valori misurati con quelli degli standard di riferimento è possibile determinare l’autenticità di un prodotto. In particolare, l’isotopo radioattivo carbonio-14 viene sfruttato per distinguere i componenti naturali da quelli sintetici.

Individuazione dei prodotti contraffatti

Il metodo del FCC per l’analisi del contenuto naturale è inoltre uno strumento utile nell’individuazione dei prodotti contraffatti. Permette l’individuazione delle frodi e dei prodotti adulterati, piuttosto comuni nei casi in cui l’estratto naturale è molto più costoso del composto sintetico.

L’individuazione delle contraffazioni è particolarmente importante sia per i nuovi ingredienti sia per quelli la cui popolarità è in crescita. I casi di adulterazione e frode sono maggiormente comuni quando la domanda di un ingrediente scarsamente disponibile è molto forte.

L’analisi del contenuto naturale permette di verificare qualsiasi dichiarazione relativa alla naturalezza del prodotto, attraverso la determinazione della percentuale del prodotto che deriva da fonti rinnovabili.

Beta Analytic effettua analisi del contenuto biobased di alta qualità

Beta Analytic è un laboratorio di analisi certificato ISO/IEC 17025:2005 e fornisce analisi accurate del contenuto naturale in 2-5 giorni lavorativi. Dal 1979, il laboratorio è il leader mondiale nel campo delle misurazioni al carbonio-14 e ha diversi uffici di spedizione in tutto il mondo. Beta Analytic, che ha sede a Miami, ha un’esperienza senza pari nell’analisi dei campioni naturali. Il laboratorio è stato uno degli sviluppatori del primo standard per la determinazione del contenuto naturale dei prodotti attraverso il metodo del radiocarbonio ed è stato consulente tecnico per tutte le maggiori iniziative di standardizzazione per l’industria biobased, inclusa la stesura dello standard ISO 16620-2. Per informazioni, inviare un’email all’indirizzo info@betalabservices.com.

Last Updated September 2016