Consigli importanti per i produttori di calzature interessati all’analisi del contenuto biobased

Il laboratorio di Beta Analytic, accreditato ISO 17025, effettua test del contenuto biobased dal 2004 e ha supportato Reebok e molti altri brand con l’analisi e la verifica dei loro materiali di origine vegetale. Lo scopo dell’analisi, il tipo di materiale e le eventuali scadenze sono tre fattori da considerare prima di richiedere un test.

Crediti foto: Reebok

Segnalate al laboratorio come prevedete di utilizzare i risultati

L’analisi del contenuto biobased può essere d’aiuto in diverse fasi del processo di produzione. Volete verificare le dichiarazioni dei vostri fornitori per controllo qualità? Avete bisogno di dati certi nella fase di ricerca e sviluppo? O siete interessati a partecipare a un programma di etichettatura ecologica?

Se il risultato verrà usato internamente, ad esempio per ricerca e sviluppo o per integrare il processo di controllo qualità, è sufficiente inviare e misurare un singolo campione. Fate clic qui per consultare le nostre linee guida.

Se intendete partecipare a un programma di certificazione, il primo passo è contattare l’ente certificatore. Ogni programma ha regole specifiche sul numero di campioni da analizzare e su quando e dove effettuare i test. Ad esempio, per partecipare al programma BioPreferred è necessario ricevere l’approvazione dello USDA prima di inviare i campioni. Lo USDA non accetta i risultati ottenuti prima dell’approvazione, nemmeno se è già stato emesso un numero di richiesta (application number). Questa agenzia ammette solo i risultati prodotti da uno dei suoi laboratori approvati.

Diversi programmi richiedono l’uso di norme analitiche differenti. Gli enti europei utilizzano le norme sviluppate dal Comitato europeo di normazione, mentre quelli extraeuropei utilizzano solitamente le norme ASTM o ISO.

Per partecipare al programma USDA BioPreferred, ai produttori di calzature è richiesto di effettuare un test con ASTM D6866. Il programma giapponese Eco Mark accetta report conformi alle norme ASTM D6866 e ISO 16620-2. La certificazione OK Biobased di TÜV AUSTRIA richiede invece l’analisi con EN 16640.

Decidete quali materiali analizzare 

Volete analizzare un’intera calzatura o solo alcuni componenti?

L’analisi del contenuto biobased è applicabile ai solidi, ai liquidi e perfino ai gas. Possiamo quindi analizzare suole, tessuti, gomme, adesivi, schiume e perfino il packaging di un prodotto. Prima di inviare una scarpa intera, è fondamentale contattare il laboratorio: quando sono presenti componenti di colori e materiali diversi, abbiamo infatti bisogno di istruzioni dettagliate per la selezione del campione.

Se intendete partecipare a un programma di etichettatura ecologica, dovrete per prima cosa contattare l’ente certificatore, che potrebbe avere istruzioni specifiche per il campionamento di materie prime o prodotti finiti.

Scegliete un laboratorio che vi permetta di rispettare le vostre scadenze

Noi di Beta Analytic possiamo aiutarvi a rispettare qualsiasi scadenza: abbiamo a disposizione diversi spettrometri e uno staff altamente preparato sempre presente in laboratorio. All’arrivo dei campioni al laboratorio di Miami, vi indicheremo la data prevista per la consegna dei risultati.

I servizi disponibili sono due:

  • Standard (risultati entro 7 giorni lavorativi)
  • Priority (risultati entro 4 giorni lavorativi)

Il servizio prioritario non è disponibile per i campioni complessi.

Il portale di Beta Analytic è accessibile 24/7, in qualsiasi parte del mondo.

I nostri esperti sono sempre a disposizione per una consulenza prima, durante e dopo le analisi. La consulenza è gratuita.

Pronti a inviare i vostri campioni?

Iscrivetevi alla nostra newsletter per ricevere informazioni sui prossimi webinar e altre notizie di settore.

Questo articolo è stato pubblicato mercoledì 8 giugno 2022 nella categoria Biobased Products.